Ultimi Sostenitori 500forum.it:
Fecck66 Guido972 Bettino Atomo27

Iniezione e accensione elettronica lowcost

Rudy
Utente
Utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 24.09.2008, 20:52

Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da Rudy » 17.03.2012, 9:07

Ciao a tutti, finalmente la 500 di mia moglie funziona perfettamente . Doveva essere finita già un paio di anni fa ma il tempo vola senza che me ne renda conto. Parlo di iniezione low cost in quanto ho usato tutta la parte elettronica della punto 55 (in autodemolizione ce ne sono montagne). Quindi tutti i sensori, iniettore, 1 bobina, ruta fonica , sonda lambda e naturalmente la centralina che è una iaw 16f. Una volta piazzato tutto sul motore il motore non si avvia perchè la miscela è troppo ricca, è necessario rimappare la centralina e tutto funziona perfettamente. Volendo perdere un pò di tempo e spendendo pochi soldi dal demolitore si può avere inezione e accensione elettronica (e programmabile).E' necessario usare una pompa benzina elettrica e una linea di ritorno carburante in serbatoio.Bisogna costruirsi un piccolo collettore di aspirazione per raccordare il monoiniettore con la testata. Per programmare la centralina serve un programmatore di eprom (20 euro su internet) e un programma di modifica mappature sempre su internet e un pò (forse anche più di un pò) di studio e prove .
Grazie Rudy

Avatar utente
Giuliano500
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 829
Iscritto il: 08.05.2007, 13:50
Nome: Giuliano
Località: Loceri
Provincia: Nuoro

Re: Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da Giuliano500 » 17.03.2012, 20:39

Rudy ha scritto:Ciao a tutti, finalmente la 500 di mia moglie funziona perfettamente . Doveva essere finita già un paio di anni fa ma il tempo vola senza che me ne renda conto. Parlo di iniezione low cost in quanto ho usato tutta la parte elettronica della punto 55 (in autodemolizione ce ne sono montagne). Quindi tutti i sensori, iniettore, 1 bobina, ruta fonica , sonda lambda e naturalmente la centralina che è una iaw 16f. Una volta piazzato tutto sul motore il motore non si avvia perchè la miscela è troppo ricca, è necessario rimappare la centralina e tutto funziona perfettamente. Volendo perdere un pò di tempo e spendendo pochi soldi dal demolitore si può avere inezione e accensione elettronica (e programmabile).E' necessario usare una pompa benzina elettrica e una linea di ritorno carburante in serbatoio.Bisogna costruirsi un piccolo collettore di aspirazione per raccordare il monoiniettore con la testata. Per programmare la centralina serve un programmatore di eprom (20 euro su internet) e un programma di modifica mappature sempre su internet e un pò (forse anche più di un pò) di studio e prove .
Grazie Rudy
ciao, tu sei riuscito a rimappare, o hai fatto fare ad altri del mestiere? :?

Rudy
Utente
Utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 24.09.2008, 20:52

Re: Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da Rudy » 18.03.2012, 8:40

Ho mappato io. In realtà usando un programma per la mappatura centraline auto è molto semplice. Tali programmi permettono di visualizzare a video del computer le famose mappe e modificarle. Queste mappe sono numeri all' interno di una memoria , per dare un significato a questi numeri c'è bisogno di driver specifici per ogni vettura, in pratica bisogna sapere all' interno della memoria eprom che cosa significhino i numeri ad ogni allocazione di memoria. Come dicevo, avendo un programma dedicato basta inserire il tipo di vettura e il programma mostra tutte le mappe e permette di abbassarle o alzarle , ci sono mappe per l' iniezione e per l' anticipo. Volendo , sapendo a che indirizzo di memoria c'è la nostra mappa di interesse non serve neanche un programma specifico ma soltanto l' editor del programmatore di eprom. Normalmente come piccola protezione la centralina controlla il checksum della memoria per essere sicura che la memoria non sia guasta o modificata, se il checksum non è uguale a quello che ha in memoria la macchina non parte, bisogna quindi una volta rimappato ripristinare il cheksum (sui programmi dedicati lo fa in automatico). il Checksum non è altro che la somma di tutti i numeri presenti all' interno della memoria. Quindi basta acquistare un programmatore per eprom 27c512 (sulla iaw 16f la eprom è 27c512) un pò di eprom (io uso le 27c512 winbond che sono azzerabili elettricamente tramite il programmatore mentre per quelle normali cio vuole una lampada apposta per azzerarle), e un programma per centraline scaricabile da internet. Certe centraline iaw hanno l' eprom saldata, altre(quasi tutte) l' eprom è zoccolata , in questo modo abbiamo la possibilità ti togliere e mettere l' eprom in un secondo per fare le mappature.

Avatar utente
UnoRacing
Utente
Utente
Messaggi: 75
Iscritto il: 24.07.2011, 16:44
Nome: Andrea
Località: Tolmezzo

Re: Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da UnoRacing » 18.03.2012, 10:13

che programma hai usato per rimappare?

Rudy
Utente
Utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 24.09.2008, 20:52

Re: Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da Rudy » 18.03.2012, 18:24

Cerca in google, ce ne sono di molto costosi e altri liberi .
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Rudy
Utente
Utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 24.09.2008, 20:52

Re: Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da Rudy » 18.03.2012, 18:31

Sulla seconda foto si vede in alto la centralina, al centro il programmatore e in basso un paio di eprom.
Per avere un idea di come funzionano i programmi di mappatura si può cercare su youtube per esempio lezione ecm2001

Spol
Utente
Utente
Messaggi: 430
Iscritto il: 28.02.2010, 19:11
Nome: Paolo
Località: Roveredum
Provincia: Torino

Re: Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da Spol » 23.03.2012, 8:50

bel lavoro pulito :clap:
Piccola info per gli altri utenti la posso dare io?
Si possono montare due iniettori della punto 75 e un corpo farfallato adeguato, sfruttando tutti i componenti che hai menzionato e usato tu, d'altronde la centralina è la stessa(IAW 16F)con solo gli anticpi variati,
se non erro di fatti sulla punto 75 MK1 gli iniettori lavoravano come un mono iniettore spuzzando in contemporanea dosi minime di benzina ogni giro motore ed il cablaggio addirittura è lo stesso, ha solo il collegamento in serie degli iniettori aggiunto al cablaggio punto 55 8-) ..
Spero di essere stato utile.

Rudy
Utente
Utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 24.09.2008, 20:52

Re: Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da Rudy » 25.03.2012, 10:23

Per rispondere qui a qualche messaggio privato (così potrebbe essere di interesse comune) , il collettore di aspirazione l' ho costruito io utilizzando due pezzi di lamiera tagliati e forati che fungono da flangia da inbullonare una sul corpo farfallato e l' altra sul supporto in bachelite su cui appoggiava il carburatore, ho unito le due flangie (con saldatura) con dei pezzi di tubo curvato recuperato da una vecchia marmitta. Come ruota fonica ho utilizzato la puleggia della punto , l' ho fatta tagliare al tornio per farla calzare perfettamente sul coperchio della centrifuga dell' olio, è stata inbullonata alla centrifuga mediante gli stessi bulloni. Ho quindi costruito una staffa porta sensore di giri per leggere la ruota fonica. per raccordare il corpo farfallato con il filtro aria ho usato un manicotto adeguato e il "coperchietto" del corpo farfallato della panda 900. Il sensore acqua tasta la temperatura dell' olio in coppa, è stato falsata la lettura ponendo in parallelo al sensore una resistenza in quanto con il motore regimato la centralina vede la temperatura troppo bassa (circa 60 °) mentre con la resistenza a motore regimato la vede a 90° . La centralina ha bisogno di vederlo caldo altrimenti non va a considerare la sonda lambda. Quando il motore è freddo e fino a circa 70° la centralina fa la carburazione solo con le mappature, quando è caldo la sonda lambda va a correggere, altra situazione in cui non viene letta la sonda è in accelerazione.
Per rispondere a Spol credo che abbia ragione. Io ho usato il materiale della punto 55 perchè ne avevo una che ho rottamato e prima di rottamarla ho tolto quello che mi serviva, inoltre essendo un modello molto comune ci sono molte info in internet su come togliere il code e driver per "maneggiare la centralina" , ognuno è libero di usare qualsiasi tipo di iniezione di qualsiasi macchina (tralasciando quelle sequenziali fasate che necessitano di vedere l' asse a cammes).
Grazie Rudy

Rudy
Utente
Utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 24.09.2008, 20:52

Re: Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da Rudy » 25.03.2012, 15:40

Alcuni dettagli :
sulla prima foto si vede la staffa che sostiene il sensore giri, sulla seconda si vede la ruota fonica , la terza il corpo farfallato
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Enzo
Utente
Utente
Messaggi: 2087
Iscritto il: 05.05.2007, 22:37
Nome: enzo
Località: frattamaggiore

Re: Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da Enzo » 08.04.2012, 11:03


Avatar utente
Enzo
Utente
Utente
Messaggi: 2087
Iscritto il: 05.05.2007, 22:37
Nome: enzo
Località: frattamaggiore

Re: Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da Enzo » 08.04.2012, 11:08


Rikferrari
Utente
Utente
Messaggi: 2231
Iscritto il: 25.11.2008, 10:43
Nome: R

Re: Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da Rikferrari » 08.04.2012, 17:04

Enzo , è tipo il sistema che avevo presentato io... quello che ho fatto fare dal mio amico spagnolo funziona bene e lo sto applicando a diversi motori .

Avatar utente
Enzo
Utente
Utente
Messaggi: 2087
Iscritto il: 05.05.2007, 22:37
Nome: enzo
Località: frattamaggiore

Re: Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da Enzo » 08.04.2012, 19:26

bello ,ma l'anello di che materiale e' ricoperto?
Come si caletta sull'alberino?
Quanto costa?
Scusa le tante domande ma mi sto convertendo piano piano all'accensione elettronica perche' mi sono scocciato di combattere con punte e condensatore

Rikferrari
Utente
Utente
Messaggi: 2231
Iscritto il: 25.11.2008, 10:43
Nome: R

Re: Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da Rikferrari » 08.04.2012, 21:37

infatti questo sistema toglie tutti i problemi delle puntine e condensatore , oltre a migliorare l'efficienza della scintilla in quanto l'impulso non avviene per contatto meccanico , ma tramite i magneti . non è una accensione elettronica però , ma un sostituto delle puntine , il resto rimane il tradizionale . Il tipo che faccio fare io lavora sia con una che con doppia bobina, e sostituisce il gruppo originale senza alcuna modifica per cui perfettamente reversibile alle puntine per chi volesse tornare al vecchio sistema . non necessita di manutenzione e non si devono regolare i contatti , ne lubrificare e la durata e pressocchè infinita . costa 99 euro normalmente , ma per il forum lo propongo a 80 euro comprese le spedizioni . non vi sono altre spese aggiuntive (come invece capita agi acquisti dall'estero : non fraintendete , ma state attenti alle spedizioni e tasse per gli acquisti dal fuori Italia !!! so di chi ha acquistato dall'Inghilterra un oggetto di partenza a 55 euro...prezzo finale 109 ).
la parte sull'alberino è a pressione e ti dico che una volta applicata non si toglie con molta facilità .
Se si necessita di altri particolari basta saperlo che indicherò il possibile . :s

Avatar utente
Gazzfab
Utente
Utente
Messaggi: 1766
Iscritto il: 08.05.2007, 14:26
Località: san giovanni suergiu
Contatta:

Re: Iniezione e accensione elettronica lowcost

Messaggio da Gazzfab » 12.04.2012, 20:32

Ottima proposta la monopoint :?
Complimenti lavoro pulitissimo.
IO avevo tentato la prima volta con una motronic di y10 funzionamente praticamente uguale ma senza code :?
Ora mi sto rimettendo all'opera finalmente sul motore definitivo.
Stesse memorie da scrivere e riscrivere :mrgreen: poi ti mando qualche Mp cosi chiariremo delle cose assieme :s
Ci aggiorniamo a breve :s
Anche se ha 40 anni tutti la guardano ancora e la desiderano............
sotto la mia 500!!!!

Rispondi

Torna a “INTERNI ed IMPIANTO ELETTRICO”